About Smart Home

Novità da Fibaro – Dimmer 2

Gli sviluppatori di Fibaro hanno fatto del loro meglio per creare una versione aggiornata del modulo di controllo dell’illuminazione. Questo modulo miniaturizzato con una profondità di soli 15 mm ha ricevuto un nuovo corpo e riempimento.

Prima di iniziare la nostra recensione, tocchiamo un po ‘la teoria. Non molto tempo fa, l’umanità utilizzava le lampade a incandescenza come principale mezzo di illuminazione. Un filamento di tungsteno in miniatura racchiuso in una custodia di vetro brillava sotto l’influenza di una corrente elettrica.

Sicuramente tutti sanno che la tensione alternata viene utilizzata nella rete domestica a 220 V. In parole semplici, in un secondo in qualsiasi presa, la tensione sale gradualmente a 300 e scende a 0 volt.

Forse quelli che ne sentono parlare per la prima volta faranno una domanda ragionevole, perché allora le luci non lampeggiano? È molto semplice: il filamento, come qualsiasi metallo, ha la sua inerzia. La risposta a questa domanda è che semplicemente non ha tempo, quindi osserviamo visivamente approssimativamente la stessa luminosità. La legge della variazione di tensione nella rete è descritta da un grafico sinusoidale. E il principio di funzionamento del dimmer è che “taglia” la sinusoidale, riducendo i tempi di applicazione della tensione alla lampada ad incandescenza.

L’effetto di attenuazione è ottenuto dal fatto che gli impulsi si restringono e il filamento della lampada a incandescenza si riscalda di meno e quindi fornisce meno luce.

Ma il tempo è passato e le tecnologie non si sono fermate. Sono in vendita lampade a risparmio energetico e LED, prive di spirali. Questi dispositivi funzionano secondo un principio completamente diverso, che non è solo un filamento, ma un circuito elettronico complesso. Pertanto, il collegamento di un dimmer può danneggiare non solo la sorgente luminosa, ma anche il dispositivo Z-Wave stesso.

Nel corso del tempo, sono apparse lampade a LED che hanno il marchio Dimmerabile o Dimmerabile. Ciò significa che possono modificare la luminosità utilizzando il metodo sopra descritto. Queste sorgenti luminose sono compatibili con i dimmer Z-Wave della prima e della seconda versione.

E ‘possibile configurare il dimmer anche in modalità “chiave elettronica”, quando l’utente può impostare solo la luminosità 0 o 100% – in questa modalità è possibile collegare dispositivi la cui potenza sia inferiore a quella indicata sul dimmer stesso.

La caratteristica principale del nuovo Dimmer 2 di Fibaro è il riconoscimento intelligente del tipo di sorgente luminosa collegata. Alla prima accensione, ci vuole circa un minuto per determinare se la lampadina supporta il cambiamento di luminosità. Nel nostro laboratorio abbiamo effettuato diversi test con lampade Maxus non dimmerabili. E con nostra sorpresa, la luminosità è cambiata correttamente.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *